BLOG - THE GOSSIP

Lunedì, Ottobre 23, 2017

SVCF 2017 - Report finale

Staff2017

 

Report San Vito Climbing Festival

L’edizione 2017 dell’evento climbing e outdoor più bello ed emozionante della Sicilia ha confermato la propria importanza, con tanti partecipanti e il record di iscrizioni nelle competizioni dedicate ai più giovani.

Dal 12 al 15 ottobre 2017 la splendida località di San Vito Lo Capo ha fatto da scenario alla IX edizione del SanVito Climbing Festival. Gare di arrampicata sportiva,  test tecnici delle ultime novità in campo di attrezzature sportive, freestyle show di slackline, parkour e una jam session di entrambi, raduni di mountain bike ed escursioni. Una curatissima rassegna cinematografica di film di montagna e d’avventura, con ospiti internazionali che hanno raccontato al pubblico accorso le proprie esperienze, sportive e di vita.

La Piazza del Santuario della città di San Vito Lo Capo è stata per quattro giorni il centro vitale di una manifestazione che ha attirato circa 200 partecipanti, molti Siciliani ma anche provenienti da Russia, Messico, Argentina, Spagna, Malta, Svizzera, Germania, Francia e Stati Uniti. Costituendo il nucleo di una serie lunghissima di attività che trovano nella magnifica area di San Vito la migliore delle ubicazioni.

Il palco del Festival non è stato però solo un luogo dove proiettare film e trascorrere insieme momenti di spensieratezza e riflessione, ma si è dimostrato anche la cornice ideale per il Crazy Idea Boulder Contest, gara open di arrampicata sportiva che ha raccolto un totale di sessantasei partecipanti. I problemi tracciati da Marco Puleo e Marco Giorgio hanno coronato vincitori Julia Winter e Kerber Felix, rispettivamente nelle classifica femminile maschile, al secondo posto si sono posizionati invece Claudia Giglio e Giuseppe Curcio, mentre al terzo Flavia Poma e Stefano Fragapane. Un premio speciale è stato assegnato poi a Giulia Bernardini e a Calogero Gentile, rispettivamente la più giovane (dodici anni) e il più anziano (ottantatré anni) partecipanti al contest. Anche al giovane Tommaso Pansini (tredici anni) è stato conferito un premio speciale per aver chiuso il suo primo 7c in falesia durante i giorni della manifestazione.

In parallelo con la gara ufficiale di boulder si sono svolte la Skill Baby Speed Climbing Race e la Crazy Idea Boulder Contest Giovanile, che in questa edizione ha registrato un record di partecipazioni con più di cinquanta iscritti fra i cinque e gli undici anni nella gara Speed, e circa trenta fra i sette e i dodici anni nel Boulder Contest.

Questa IX edizione del San Vito Climbing Festival è stata arricchita anche dalle esibizioni in freestyle dell’estone Tauri Vahessar, ospite internazionale della manifestazione e campione mondiale di Slackline nonché membro del team Redbull, con cui hanno collaborato gli atleti della Nhex Parkour & Freerunning Academy di Catania. Questo gruppo di virtuosi del Parkour e della Slackline ha dimostrato quanto lo sport possa dare vita a show di indescrivibile emozione e come permetta di superare confini culturali e sociali. Esibizioni di slackline hanno inoltre animato le strade della città di San Vito grazie agli atleti della Slackline Sicilia, allestendo per il pubblico uno spettacolo a distanza ravvicinata.

Le mattinate del Festival sono state inoltre scandite da sessioni di avvicinamento all’arrampicata, grazie alle lezioni della Guida Alpina Alessio Miori che ha illustrato direttamente sulle splendide falesie di San Vito Lo Capo le nozioni fondamentali dell’arrampicata sportiva. Momenti questi dedicati all’apprendimento dei principi di sicurezza, ma anche e soprattutto al piacere di questo sport e al contatto con la natura.

Ma San Vito non è solo arrampicata, il paesaggio incontaminato e le giornate splendide che hanno contraddistinto l’edizione 2017 del Climbing Festival hanno fatto da perfetta cornice alle escursioni in Mountainbike. Un gruppo di amanti delle due ruote ha esplorato il territorio e i sentieri dell’area di San Vito supportati dall’esperienza e dalla competenza del team della YMCA Climbing House capitanato da Daniele Arena .

Ospite d’eccezione delle serate del Festival è stato inoltre Beat Kammerlander, atleta austriaco  La Sportiva che ha raccontato al pubblico le difficoltà e la gioia che hanno accompagnato il suo progetto in Rätikon, cinque anni di lavoro dedicati a Kampfzone, sulla Kleine Turm, via aperta dal basso con un obbligato di 8a ed una difficoltà massima di 8c.

Tutte queste bellissime attività sono state accompagnate dalla musica e dalle dirette di Climbing Radio, emittente ufficiale di tutto l’universo climbing e outdoor, oltre al fantastico concerto della Jhonny’s Family Project che ha animato la serata di sabato.

Ospiti internazionali, infinite attività all’aperto, arrampicata sportiva, esibizioni spettacolari e un clima meraviglioso. Il San Vito Climbing Festival non ha deluso le aspettative, come del resto fa da nove anni. 

Un successo che si ripete grazie alla bellezza dei luoghi a chi partecipa e sostiene l'evento.


 

 

 

San Vito Climbing Festival 2017 - Galleria Fotografica

Ecco alcuni scatti dei momenti più belli del San Vito Climbing Festival 2017, immortalati da Roberto Zampino.

Dall'alba al tramonto, dai vertiginosi trick di Tauri Vahessar al concerto in Piazza del Santuario della Jhonnys Bawdon Project, passando per il Crazy Idea Boulder Contest, la gara di Speed giovanile e l'incontro con Beat Kammerlander.

Questo San Vito Climbing Festival sembra non finire mai!


San Vito Climbing Festival 2017 - Diary

San Vito Climbing Festival 2017 - Diary

Sabato

14 ottobre 2017

Il giorno più denso e attivo del festival ha portato a San Vito un'intero universo di sport e passione per l'arrampicata, la slackline e l'outdoor.

Il terzo giorno del festival d’arrampicata e outdoor più bello della Sicilia è iniziato con una splendida mattinata in falesia. Sulla roccia di Cala Mancina hanno avuto luogo le lezioni di arrampicata tenute da guide alpine. Climbing Radio ha seguito le lezioni cogliendo le impressioni dei climbers e degli istruttori, intervistandoli per capire come mai abbiano scelto proprio le pareti di San Vito per avvicinarsi all’arrampicata.

Lezione 2

A metà mattina, sul palco del Crazy Idea Boulder Contest si è svolta invece la gara dedicata ai più giovani, che hanno dimostrato di avere talento, coraggio e soprattutto tantissima gioia nel vivere questo sport. Sempre per i più piccoli nel pomeriggio ha avuto luogo la gara di speed, durante la quale il divertimento e la condivisione hanno contagiato tutti i presenti.

Ad anticipare la finale del Crazy Idea Boulder Contest è stato invece lo show di freestyle organizzato da Tauri Vahessar e gli atleti della Nhex Parkour & Freerunning Academy, che hanno dato vita a qualcosa di unico miscelando le due discipline.

IMG 8880

Il boulder contest di Crazy Idea ha attirato sfidanti da ogni regione d’Italia, difatti il gruppo di partecipanti ha dimostrato di essere eterogeneo non solo per età ma anche e soprattutto per provenienza, a dimostrazione che il San Vito Climbing Festival non si limita solo agli autoctoni.

2

Come contributi speciali del festival Tauri Vahesaar e Beat Kammerlander hanno presentato due documentari che ripercorrono le loro imprese. Lo specialista della slackline ha intrattenuto il pubblico con immagini e videoclip delle proprie imprese, dagli inizi appassionati e solitari alle vittorie internazionali, passando per quell’infortunio ne 2014 che ha completamente cambiato la sua visione del modo di vivere questa disciplina.

Kammerlander ha invece presentato agli spettatori i momenti più significativi della sua carriera di climber attraverso video e fotografie, ripercorrendo a pieno la propria carriera e soffermandosi nei momenti più significativi, concludendo con la sua recente realizzazione di Kampfzone, un progetto in Rätikon durato cinque anni.

Questo lunghissimo sabato si è concluso con il concerto degli Jhonnys Birthday Project, che ha salutato con le giuste vibrazioni la giornata più densa del festival.

San Vito Climbing Festival 2017 - Diary

San Vito Climbing Festival 2017 - Diary

Venerdì

13 ottobre 2017

Secondo giorno del festival, il bello deve ancora arrivare eppure sembra sia già un gran successo.

Arrampicata, boulder, falesia, slackline, parkour e tanto sole, nonostante sia metà ottobre!

La mattinata è trascorsa in fretta, come capita quando ci si diverte. Il Crazy Idea Boulder Contest è iniziato nel migliore dei modi. I partecipanti si sono sfidati una presa dopo l'altra sui quattro problemi preparati appositamente per il festival dai tracciatori.

IMG 1078

 

Un pubblico numeroso ha incitato i climbers giunti da tutta Italia per sfidarsi su questi blocchi. Le qualifische si sono concluse quindi con successo, lasciando solo ai migliori la possibilità di accere alle finali di domani sera.

Molti climbers si sono diretti anche presso le bellissime falesie che fanno da cornice a San Vito Lo Capo, oggi letteralmente baciate dal sole. Perchè dopotutto e soprattutto il San Vito Climbing Festival non è solo un boulder contest, è amore per l'arrampicata, e farsi scappare l'occasione di scalare sulle bellissime falesie è davvero imperdonabile.

Se Adam Ondra ha deciso di liberare il primo 9a della Sicilia proprio qui ci sarà un motivo!

con Marti Ma

Nel pomeriggio sempre in Piazza del Santuario, a pochi passi dal palco dove ha preso parte il Boulder Contest, Tauri Vahesaar insieme ai ragazzi di Sicilia Slack Nhex Catania, ha dato vita a una spettacolar eesibizione di potenza, coordinazione e agilità. Il gruppo di atleti ha dimostrato la loro bravura e le possibilità che discipline come la Slackline e il Parkour possono offrire.

22406178 1659111720806362 4736373720821091117 n

La giornata si è poi indirizzata verso sera accompagnata dalle bellissime immagini della rassegna cinematografica Reel Rock.

Come di consueta la giornata si chiuderà alla Climbing House, per bere qualcosa insieme, raccontarsi le proprie avventure e ascoltare ottima musica! 

Crazyidea - arriva una valanga di premi

Tra una settimana esatta inizia il Crazyidea Boulder Contest, e puntualmente sono arrivati tutti i premi messi in palio dall'azienda di Bormio.

Tutte le categorie, femminili e maschili, over e giovanili, saranno premiate con i coloratissimi capi Crazy Idea. Inoltre ha anche fornito le divise a tutti i componenti dello staff, un importante contributo che questa giovane ed importanze azienda italiana offre al nostro Festival.

CRAZYIDEA new logo

Premi crazy c

 

Premi crazy a

 

Premi crazy b

Pagina 1 di 4

locandina 2017 con sponsor

Organizzazione

ASD

Patrocinio

Comune    

Partner

LOGO ymca
biglietto da visita fronte copia
acquazzurra-logo-copia1

Affiliato

UIsp
 
 

Silver Sponsor

logo la sportiva

 

            CRAZYIDEA new logo

 

logo siculamente R

         
    

 

Gadget Sponsor

KONG

 PoweradeLogo new               E9  

 

 

 

 Skill energy

 Media Partner

     logo up newlogo radio new

 logo versante new     

logo outdoormagazine

  

 

 

 ASD Partner

 SCALART web grs

 Freestyle show

        

 

Scroll to Top