BLOG - THE GOSSIP

Lunedì, Ottobre 23, 2017

Slack Line - Il ritorno di Tauri

 

Tauri Vahesaar - Team Red Bull

Slackline – Il ritorno di Tauri 

Il fortissimo Tauri Vahesaar del team RedBull, sarà nuovamente nostro ospite, pronto a farci strabuzzare gli occhi ad ogni suo salto e acrobazia. Dopo aver vinto tanti premi e altrettanti riconoscimenti quest’atleta professionista verrà direttamente dall’Estonia per esibirsi per il pubblico di San Vito Lo Capo.


Sunset on waterline

 

 

Tauri non sarà l’unico slackliners ad esibirsi, sarà infatti affiancato dai giovani e promettenti atleti del team Slack Line Sicilia.

SlacklineSicilia-02


 Slack Sicilia ok2


“Ogni passo è una continua ricerca di equilibrio. Una lotta contro la gravità. Una continua ricerca. In questo è una metafora della vita.

Quando siamo insieme, al parco, in montagna o al mare, l’aria che si respira è aria di libertà, spensieratezza e condivisione, ed è proprio questo ciò di cui viviamo, portando ogni piccolo insegnamento della slack in quella che è diventata la nostra SLACKLIFE”

 Si presentano così gli atleti del team Slackline Sicilia,  gruppo sorto dall’incontro di tre ragazzi: Alex Mignemi, Paolo Sciuto e Peppe Di Bella, con la comune passione per la Slackline, per loro più che uno sport questo è un vero e proprio stile di vita.

Slack Sicilia 1


Slack Sicilia ok

Parkour - Freestyle al festival

 

parkour 2

“Quelli che vogliono vincere vincono, quelli che hanno paura di perdere perdono: tendiamo a conseguire ciò su cui ci concentriamo. Se temiamo di fallire, vuol dire che siamo concentrati sul fallimento, ed è proprio quello a cui andremo incontro”
John Whitmore

E’ con questa citazione di John Whitmore, che presentiamo i parkouristi di Nhex, capaci di evoluzioni ed acrobazie straordinarie. Per loro, oltre ai duri allenamenti e alle lunghe sessioni di tricks è fondamentale l’atteggiamento mentale, credere fortemente nelle loro capacità e nel gesto atletico da compiere.

logo nHex HD nHex operante nel settore Parkour&Freerunning dal 2011, è stata la prima società sportiva a promuovere il parkour in Sicilia, e la prima accademia riconosciuta da Opes-Coni.

... tutti possono avvicinarsi a questa splendida disciplina e San Vito Lo Capo potrà essere l'occasione giusta

parkour 1

Live Music con Jhonnys Family Project

Jhonnys 4

 

Live Music con Jhonnys Family Project

Questo scatenata band di musicisti infuocherà il Saturday's night del festival.

Tutti pronti a ballare al suono delle percussioni di Jhonnys e i suoi fratelli.

Questo gruppo nasce nel 2008, dall'iniziativa di tre fratelli senegalesi:Jhonnys,Mara e Abib. Le sonorità ispirate dall'antica e ancestrale tradizione senegalese (wolof), si amalgamano alla world music e al canto dell'anima nera. I loro ritmi influenzati dal reggae, pop, afro e tribal house sono una sintesi perfetta di musica fatta per unire, vivere e liberare gli istinti.


Uno spettacolo da non perdere, per rigenerarsi dopo una lunga giornata d’arrampicata, o anche solo per godere della buona musica.


Fotografie di Marcello Bianca

Jhonnys 1
 
Jhonnys 2
 
Foto credits Jhonnys family Project - Afrobar
Jhonnys 5

Beat Kammerlander - Special Guest 2017

 

Beat Kammerlander sarà ospite di questa edizione del festival. Continua la tradizione nell’accogliere sul palco di San Vito Lo Capo i migliori climber di fama mondiale. Beat è un fuoriclasse, un punto di riferimento per l’alta difficoltà sulle vie sportive in montagna. Le vie aperte da Beat sono leggenda, con un etica che prevede aperture dal basso e ricerca della difficoltà estrema, ha dato vita a perle dell’arrampicata libera in alta montagna come Unendliche Gesichte nel 1991, Silbergeier nel 1992, WoGu, da lui aperta ma liberata da Adam Ondra, giusto per citare le più famose.

Nel 2009, già cinquantenne, lasciò tutti a bocca aperta salendo la micidiale Prinzip Hoffnung, via trad di E9-10 sulla Bürser Platte ma forse la sua più pazzesca opera fu la ripetizione del ’99 in free solo di Mordillo, un 8a+ a Voralspee capace di respingere anche scalatori da 9a.

La sua ultima impresa, di pochi mesi fa, è la salita rotpunk di una su via in Rätikon, un superprogetto che lo ha tenuto impegnato per ben cinque anni. Infatti il 14 agosto scorso ha risolto Kampfzone, sulla Kleine Turm, via aperta da basso con un obbligato di 8a ed una difficoltà massima di 8c. Cinque lunghezze per un itinerario in perfetto stile Kammerlander, senza compromessi. “La salita è estremamente difficile e la roccia è quanto di meglio io conosca. Difficoltà: 8b+, 8c, 8a, 7a, 7c.”


Sarà un vero piacere ascoltarlo e vedere le sue foto e filmati, e naturalmente vederlo scalare su roccia, magari cercando di liberare qualche duro progetto sanvitese.

 

 
 
 
 

Crazy Idea Boulder Contest

locandina bouldercontest crazy 2017 new



Il Crazy Idea Boulder Contest sarà l'evento principale del Festival.
Il contest è interamente sponsorizzato da Crazyidea, che fornirà le T-shirt a tutti i partecipanti (sia per la open che per la giovanile) e metterà a disposizione tutti i premi per le varie classifiche.
Sulla grande parete dove si sono sfidati i migliori boulderisti nazionali, si svolge per il terzo anno di seguito l'avvincente gara nella palcoscenica piazza Santuario di San Vito Lo Capo.
La gara è organizzata in collaborazione con l'Etna Climbing Ragalna. 

Pagina 3 di 4

locandina 2017 con sponsor

Organizzazione

ASD

Patrocinio

Comune    

Partner

LOGO ymca
biglietto da visita fronte copia
acquazzurra-logo-copia1

Affiliato

UIsp
 
 

Silver Sponsor

logo la sportiva

 

            CRAZYIDEA new logo

 

logo siculamente R

         
    

 

Gadget Sponsor

KONG

 PoweradeLogo new               E9  

 

 

 

 Skill energy

 Media Partner

     logo up newlogo radio new

 logo versante new     

logo outdoormagazine

  

 

 

 ASD Partner

 SCALART web grs

 Freestyle show

        

 

Scroll to Top